Bug degli Speaker nei Galaxy S22 cosa lo provoca e come si puï risolvere

Quanti problemi può avere uno Smartphone da 880 euro? Secondo alcuni utenti, pochi, ma molto importanti. Questo è ciò che alcune persone hanno potuto constatare a proposito del loro nuovo Galaxy S22, versione normale o Ultra che sia, specialmente per quel che riguarda il suo problema nelle casse sonore.

La protezione IP68 

Il punto è questo: questo cellulare ha a disposizione una protezione IP68 contro l’entrata di polveri ed acqua, ma non manca naturalmente anche l’aspetto che riguarda la nuova scocca protetta dal Gorilla Glass Victus+ con una copertura “corazzata” che può ulteriormente regalare una resistenza aggiunta alla già impressionante composizione. Come tale, l’interno è tanto ben sigillato, da avere problemi per quel che riguarda la pressione.

Proprio così: se portato in aereo o in montagna, oppure anche in ambienti nel quale la temperatura può cambiare in fretta, il Galaxy S22 soffre di problemi di pressione interna. Molti pezzi perciò tendono a comportarsi in maniera scoordinata, e in tutto questo vi finisce in particolare lo Speaker – o le casse acustiche del cellulare. Questo sotto pressione tende infatti a gracchiare, ad avere numerosi problemi d’audio, e così via.

La soluzione 

La soluzione in questo caso è piuttosto semplice: l’unica via di sfogo per il Galaxy S22 è l’entrata per la SIM, o per la MicroSD. Tutto quello che bisogna fare perciò è aprire lo sportellino e lasciare quello spazio aperto per un paio di minuti. Date qualche piccolo colpetto allo Smartphone (senza esagerare ovviamente). Fatto ciò, reinserite il tutto e riavviate il cellulare. L’audio tornerà di nuovo ai suoi livelli d’una volta.

Se il problema persiste, purtroppo c’è poco da fare: la pressione in questo caso ha permanentemente danneggiato i componenti interni e l’unica soluzione è quella di affidarsi alla garanzia, facendo riparare il cellulare presso un centro della Samsung o tramite un tecnico. Ad ogni modo, si tratta d’un problema di pressione di cui probabilmente la Samsung stessa troverà qualche soluzione in futuro, magari con una revisione o con una modalità software propria per sfogare via la pressione in eccesso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *